Arte pompino
Immagine arte pompino

L’arte del Pompino: Prova a respirare col naso

Educazione Sessuale

Come fare un Pompino? Oggi parliamo di una delle fonti di incomprensioni sociali, contrasti e guerre più importanti della storia dell’umanità. Il Pompino.

E’ risaputo, infatti, per quanto le gentili donzelle facciano finta di non capirlo, che i più cruenti conflitti della storia siano originati dalla carenza di sesso orale, specialmente al risveglio. Se non ci credete provate a confrontare la faccia del vostro marito/ragazzo/amante quando va al lavoro, con e senza pompino: nel primo caso, con un pompino al mattino, i lineamenti saranno rilassati e sorridenti, nel secondo le mascelle saranno tese e contratte, e il vostro uomo al primo semaforo farà a botte con un altro tizio rimasto a secco.

Per i più perversi che richiedono un pompino particolare ed han la segretaria porca allora si fanno fare un pompino al lavoro tra un cliente e l’altro. Farsi fare pompini al lavoro è veramente il massimo e la giornata sarà sempre vissuta all’insegna del relax (con tanto zabaione ).

Non lo dico per fare pressione, ma l’ arte del pompino sarebbe un preciso dovere civico. Ad ogni modo, per coloro che fossero interessate, qui di seguito pubblico un prontuario di consigli per una migliore esecuzione della cosiddetta fellatio. Potrete capire come fare un pompino nel modo migliore e come si fa un pompino senza errori.

L’impugnatura per il miglior Pompino

Se il buongiorno si vede dal mattino, per come fare un buon pompino,  l’impugnatura è importante. Per alcune è qualcosa di marginale, in realtà spesso basta a capire con chi hai a che fare: alcune ragazze, ad esempio, afferrano “l’attrezzo” con la stessa forza che usano per svitare la moka al mattino. Ecco, lì son cazzi in tutti i sensi, perché dopo venti secondi il membro diventerà violaceo e avrà serie difficoltà di respirazione, compromettendo l’esito dell’atto.

IL Miglior modo per come fare un pompino? Apparire Insaziabile

In questa fase si capisce quanto lei sia entusiasta. Il pompino migliore, un pompino ben fatto che sia un pompino a regola d’arte parte da quanto la donna dimostri insazietà. In particolare sono due gli errori caratteristici che si rilevano:

  1. Lei lo guarda come fosse un serpente a sonagli, si avvicina, lo annusa, dà un bacetto per assicurarsi che non sia ustionante al contatto, alza gli occhi al cielo come per dire “Vabbè, mi tocca” e poi procede (non è sicuramente il miglior pompino )
  2. Lei procede subito, ma appena ha fatto resta lì, ferma, come se fosse stata impalata dal conte Dracula. E ti guarda di soppiatto con gli occhi come a dire “Così non basta, eh?”

Ecco, in linea teorica piuttosto che fare cose del genere sarebbe meglio astenersi, ma viste le conseguenze già accennate sul piano sociale si consiglia vivamente la frequentazione di appositi MBA, e con l’acronimo non ci si riferisce ai Master ma alle “Melodramatic Blowjob Academy” tanto in voga nelle case Erasmus che stan facendo la storia del pompino.

La mano

Ci sono situazioni nelle quali rallentare eccita da impazzire, c’è tutta una letteratura erotica sul tema. Peccato che molto spesso le praticanti fraintendano e procedano alla lentezza della tartaruga di Zenone. Dopo dieci minuti oltre all’uomo si addormenta pure Pino. A un certo punto ci vuole ritmo, sappiatelo.

Il ritmo va gestito comparabilmente con il bicipite: considerando che gran parte del popolo femminile suole accompagnare la pratica del sesso orale con un movimento di braccio (spesso per abbreviare la tortura) un’eccessiva velocità può portare a uno stato di spossatezza muscolare che compromette la riuscita dell’atto.

E’ consigliabile, allo scopo, caricare 5kg di pesi in più sul lato destro (o sinistro, se siete mancine) in palestra.

I denti

Concetti base di anatomia: lingua e bocca sono fatte di carne, i denti hanno la consistenza dell’osso e il glande è una delle parti più sensibili del corpo maschile. Molte donne sembrano averlo dimenticato.

Prendiamo la pratica del “morsetto in punta”. Di per sè è anche carina, se non altro come abbellimento, ma vale la stessa regola della smorzacandela: se non hai senso della misura evita, oppure appoggia le gambe.

Quando il morsetto diventa morso il risultato non è eccitante: è un tentativo di decapitazione, e come tale è sanzionabile penalmente.

Particolare attenzione, durante il movimento oscillatorio, va posto anche nell’apertura dell’arcata: il bucchinhu rigadu fa un male boia.

La lingua

Qui entriamo nei segreti del mestiere, quella che permettono di passare da una fellatio decentis a una fellatio mirabilis. La conformazione dell’apparato orale è tale che la lingua possa muoversi indipendentemente dalla mandibola. Tenetelo a mente se volete diventare maestre per l’ arte della fellatio.

La tecnica del pompino di una donna che muove la testa su e giù come se stesse facendo le flessioni fa lo stesso effetto di una bambola di gomma. La femmina che, invece, sa adeguatamente praticare un movimento a spirale, riscuoterà un maggiore apprezzamento e aumenterà vorticosamente le proprie chances di aspirare ad un ministero. Aspirare per aspirare, ricordatelo.

I supplementari

L’orgasmo maschile è come la macchinetta del caffè: quando sta per uscire lo capisci. Questo non giustifica l’impugnatura alla moka, ma consente simpatiche varianti come, ad esempio, fermarsi nel momento decisivo per poi riprendere dopo qualche secondo.

Ottima tecnica, ma da usare con moderazione. La reazione maschile è infatti la seguente:

  • Prima volta: “Ah, che bello, si prolunga la cosa”
  • Seconda volta: “Minchia, ma sei indemoniata”
  • Terza volta: “Sì, però datte na mossa”
  • Quarta volta: “Bastaaaaaa, mi scoppiano i coglioni!”

Per un’esecuzione ottimale si consiglia una conclusione al terzo colpo.

L’eiaculazione

Ecco, qui il discorso passa dal sesso all’ecologia. Amene donzelle, dovete tenere presente che a un lenzuolo sporco corrisponde un lavaggio, a un lavaggio corrisponde consumo di detersivo, al consumo corrisponde la fine del flacone, che verrà quindi gettato prima nell’atmosfera.

Considerando che la plastica non è biodegradabile, potrete ben capire che è un dovere civico metterci la faccia (in tutti i sensi) ed esporsi per difendere il lenzuolo e salvaguardare l’ecosistema. E’ solo una questione ambientale, giuro.

Scheda d’approfondimento: l’ingoio fa ingrassare?

E’ una questione annosa che ha angosciato la filosofia fin dai tempi dei presocratici e dato il via a discussioni feroci tipo “E’ ricco di proteine!” – “No, è pieno di grassi!”.

Vi sveliamo il mistero: un’eiaculazione fa ingrassare di 15 calorie ed è ricca di fruttosio e vitamina B12, quella del latte (e la cosa, se vogliamo, fila).

Ergo: il giorno in cui prevedete di fare sesso con vostro marito, uscire col vostro ragazzo/amante o tirare una pompa al primo che capita, basterà fare una colazione un pelo più leggera o rinunciare alla mela di metà mattinata e resterete perfettamente in forma e con un nutrimento altamente equilibrato.

Sapevatelo.

P.S. se assumete integratori tipo il Supradyn non c’è bisogno di rinunce: l’ingoio è il sostituto naturale, basta guardare il foglietto illustrativo.

Appendice critica

Come insegna il buon Rocco stroncando ferocemente il pompino di Belen nel suo sextape: MAI e sottolineo MAI procedere all’atto mentre si masticano gomme/caramelle/residui di parmigiana di melanzane et similia. Uccide la carica erotica.