Gli interventi delle rughe

Benessere

Ci sono vari tipi di interventi e di prodotti creati appositamente per il trattamento delle rughe. Tra questi ci sono il Botox® vari filler riassorbibili.

I filler riempitivi sono sostanze di riempimento smaltibili dal corpo dopo un certo periodo di tempo. Si può inoltre intervenire con dei filler non riassorbibili, in modo più o meno permanente. vediamo ora la tossina Botulinica, meglio conosciuta come Botox.

Botox® ( Tossina Botulinica )

Il Botox® viene impiegato nel trattamento delle rughe d’espressione causate dall’età, dalle contrazioni dei muscoli facciali e dall’azione delle radiazioni UV.

Rappresenta un’alternativa ai filler, che non impediscono il riformarsi delle rughe dopo qualche tempo, perché agisce direttamente sulla contrattilità muscolare.

Il Botox® viene iniettato nelle zone interessate tramite un minuscolo ago. Si può intervenire sulla fronte, sull’area fra le sopracciglia e sugli angoli esterni degli occhi. Una seduta dura dieci minuti e non è necessaria alcuna anestesia. Inoltre, dopo quattro o cinque giorni, si hanno già i primi risultati apprezzabili. Dopo quattro/sei mesi il trattamento va ripetuto.

La tossina botulinica agisce sospendendo temporaneamente l’impulso nervoso di determinati muscoli mimici. Svolge inoltre un’azione preventiva sulla formazione e sullo sviluppo delle rughe d’espressione, non presentando controindicazioni.

Filler Riempitivi

L’obiettivo di un trattamento delle rughe con l’impiego dei filler riempitivi è invece la ricreazione di un tessuto liscio, per mezzo di iniezioni di materiale biocompatibile, che può essere assimilato dall’organismo e non causa reazioni o fenomeni di rigetto.

Tra questi filler riassorbibili troviamo il collagene, che viene estratto dalla cartilagine dei bovini ed in seguito purificato. Per questo motivo è necessario sottoporsi ad un test allergologico prima di un intervento.

Le rughe che possono essere eliminate sono di vario tipo: quelle di piccole e medie dimensioni del volto, quelle della fronte, delle pieghe nasali, degli angoli esterni degli occhi e della bocca, e dell’area tra le sopracciglia.

L’effetto dell’acido ialuronico è meno duraturo nel tempo rispetto al collagene, ma essendo un materiale assolutamente bio-interattivo, e quindi naturale, non provoca alcuna reazione di ipersensibilità.

Inoltre, la distribuzione uniforme ed omogenea dell’acido ialuronico nel derma garantisce un risultato molto naturale, soprattutto per quanto riguarda la correzione delle rughe sottili e profonde del collo e del decolleté, le cosiddette “collane di Venere”.

Si può inoltre intervenire sulle rughe del volto, sui solchi e sulle cicatrici.

L’intervento va ripetuto in due/tre sedute, a distanza di dieci/venti giorni. Dopo due/tre mesi è consigliabile un nuovo ciclo di applicazioni, per far sì che i risultati raggiunti siano di lunga durata.

La durata media degli effetti di un intervento con l’acido ialuronico è di minimo ventiquattro e di massimo cinquantadue settimane.

 

New Fill®

Il New Fill® è una sostanza sintetica composta di particelle di acido polilattico, i cui granuli stimolano la formazione di collagene proprio, dopo essere stati assorbiti dai tessuti.

Prima dell’intervento non sono quindi necessari test allergologici. Il materiale che viene impiegato per riempire solchi, rughe, difetti sottocutanei o piccole cicatrici del volto, tende a perdere volume nel corso dei primi mesi.

Questo vuoto viene però in seguito colmato dalla produzione di collagene da parte del corpo. L’intervento dà risultati permanenti, anche se sarà necessaria una correzione successiva a causa dell’invecchiamento cutaneo.

Durante i primi due giorni, il rossore che compare dopo l’intervento scompare, ed entro la prima settimana le possibili ecchimosi si riassorbono.

Nella lipostruttura (o lipofilling) si utilizza come filler il grasso del proprio corpo, che viene prelevato in anestesia locale e poi centrifugato, per ottenere un grasso puro privo di cellule morte e di residui. Infine viene reimpiantato con l’aiuto di cannule molto sottili.

Aquamid®

Per quanto riguarda i filler non riassorbibili, si può impiegare l’Aquamid®, una sostanza iniettabile che serve per riempire i tessuti molli.

I suoi principali vantaggi sono l’alta biocompatibilità e il suo effetto permanente. L’Aquamid® viene iniettato nel tessuto sottocutaneo ed è utilizzato anche per correggere solchi nasolabiali particolarmente profondi, cicatrici post-operatorie e post-traumatiche, e rughe profonde della fronte e del viso.

Non è però indicato per pazienti affetti da collagenopatie, diabete o sindromi da immunodeficienza.

Artefill®

La sostanza denominata Artefill® contiene delle microsfere di polimetilmetacrilato e del collagene bovino purificato. Viene iniettato sotto forma di gel con un ago a siringa simile a quelli che vengono utilizzati negli interventi con il collagene. Sono perciò necessari dei test allergologici prima di effettuare l’intervento.

L’Artefill® viene utilizzato nel trattamento di rughe, solchi, cicatrici atrofiche acneiche e difetti sottocutanei della pelle. In seguito a quest’intervento, la cui durata varia dai dieci ai venti minuti, può presentarsi un rossore, che scompare però dopo i primi due giorni. Le ecchimosi che possono verificarsi, invece, scompaiono dopo circa una settimana.

Goretex®

Il filo di Goretex® è invece un materiale sintetico consigliabile per correzioni a lungo termine. Aiuta a correggere le pieghe naso-labiali e i solchi profondi sulla fronte. Il filo di Goretex® è un materiale che garantisce risultati stabili ed è ben tollerato dall’organismo. Tuttavia, la rimozione di un impianto di Goretex® rappresenta un intervento molto difficile.